Archivi tag: Grafico a barre

Grafico a barre II

Nell’articolo precedente abbiamo cominciato a lavorare al nostro primo grafico a barre utilizzando come fonte i dati presenti all’interno di un file CSV.

In questo articolo andremo a completare la visualizzazione inserendo anche le temperature massime e dei riferimenti.

Array delle temperature massime

I dati relativi alle temperature massime sono già presenti dentro al file CSV. Come abbiamo già visto, per comodità inseriamo questi dati in un array.

Dove abbiamo dichiarato le variabili, aggiungiamo:

float tempMin[], tempMax[];

Inizializziamo l’array:

tempMax = new float[0];

Inseriamo i dati utilizzando lo stesso ciclo for per non appesantire troppo il programma

for (int i = 1; i < csv.getColumnCount(); i++) {
  tempMin = append(tempMin, csv.getFloat(0, i));
  tempMax = append(tempMax, csv.getFloat(3, i));
}

Grafico a barre delle temperature massime

Utilizzando sempre il codice che abbiamo già scritto, aggiungiamo nel ciclo for in cui andavamo a disegnare i rettangoli delle temperature minime, quelli relativi alle massime. Per differenziarle a livello visivo utilizzeremo il colore rosso.

fill(255, 100, 100);
rect(x, height - 50, 36, tempMax[i] * - 20);

Siccome i rettangoli rossi saranno più alti rispetto a quelli azzurri, assicuriamoci di disegnarli per primi.

Nel mio codice ho aggiunto anche un noStroke() per eliminare il bordo.

Grafico a barre con temperature massime

Aggiungiamo dei riferimenti

Quando si creano delle visualizzazioni di dati può essere utile dare dei riferimenti a chi sta osservando il nostro lavoro per aiutarli nella comprensione. L’immagine qui sopra presa singolarmente potrebbe rappresentare migliaia di cose differenti.

Aggiungere delle linee di riferimento è questione di un semplice ciclo for:

for (int j = 0; j <= 20; j++) {
  stroke(0, 30);
  line(30, height - 50 + (j * - 20), 470, height - 50 + (j * - 20));
}

Grafico a barre con riferimenti in Processing

Ora non ci resta che aggiungere il testo (aggiungiamo un paio di linee di codice al precedente ciclo for):

textAlign(RIGHT, CENTER);
for (int j = 0; j <= 20; j++) {
  fill(0, 127);
  text(j + "°", 25, height - 52 + (j * - 20));
  stroke(0, 30);
  line(30, height - 50 + (j * - 20), 470, height - 50 + (j * - 20));
}

Grafico a barre in Processing

Per rendere il grafico più leggibile facciamo dei piccoli miglioramenti: scriviamo il valore numerico ogni cinque gradi e schiariamo leggermente le altre linee:

textAlign(RIGHT, CENTER);

for (int j = 0; j <= 20; j++) {
  if (j % 5 == 0) {
    fill(0, 127);
    text(j + "°", 25, height - 52 + (j * - 20));
    stroke(0, 30);
  } else {
    stroke(0, 15);
  }
  line(30, height - 50 + (j * - 20), 470, height - 50 + (j * - 20));
}

Realizzare un grafico a barre in Processing

Non ci resta che aggiungere l'anno di riferimento in fondo al grafico: avendo aggiunto l'opzione header nella lettura del file CSV viene saltata completamente la prima riga che include proprio questo dato. Potremmo riscrivere il codice ma, per questa volta, adotteremo una soluzione più semplice anche se non proprio elegante. Per completezza includo tutto il codice del programma:

/*
 * Grafico a barre, 2
 * Federico Pepe, 29.04.2018
 * http://blog.federicopepe.com/processing
 */

Table csv;

float tempMin[], tempMax[];

void setup() {
  size(500, 500);
  background(255);
  noStroke();
  csv = loadTable("data.csv", "header");

  println("Numero righe: " + csv.getRowCount());
  println("Numero colonne: " + csv.getColumnCount());

  tempMin = new float[0];
  tempMax = new float[0];

  for (int i = 1; i < csv.getColumnCount(); i++) {
    tempMin = append(tempMin, csv.getFloat(0, i));
    tempMax = append(tempMax, csv.getFloat(3, i));
  }

  printArray(tempMin);

  println("Il valore minimo è: " + min(tempMin));
  println("Il valore massimo è: " + max(tempMin));

  noLoop();

  int x = 50;
  int year = 2008;

  for (int i = 0; i < tempMin.length; i++) {
    fill(255, 100, 100);
    rect(x, height - 50, 36, tempMax[i] * - 20);
    fill(100, 190, 255);
    rect(x, height - 50, 36, tempMin[i] * - 20);
    fill(0, 127);
    text(year, x + 2, height - 30);
    x += 40;
    year++;
  }

  textAlign(RIGHT, CENTER);

  for (int j = 0; j <= 20; j++) {
    if (j % 5 == 0) {
      fill(0, 127);
      text(j + "°", 25, height - 52 + (j * - 20));
      stroke(0, 30);
    } else {
      stroke(0, 15);
    }
    line(30, height - 50 + (j * - 20), 470, height - 50 + (j * - 20));
  }
}

void draw() {
}

Bar Graph in Processing

Creiamo il nostro primo grafico a barre

Abbiamo imparato come leggere un file CSV in Processing e come cominciare a lavorare sui dati passando da una tabella a un array. Ora è arrivato il momento di creare il nostro primo grafico a barre.

Per fare un velocissimo recap: stiamo lavorando in Processing con un file CSV che rappresenta le statistiche metoclimatiche degli ultimi 10 anni (2008-2017) della regione Veneto, prese dal sito del Mipaaf.

Il file contiene diverse informazioni interessanti ma, per il momento, abbiamo creato un array in cui abbiamo salvato solo i valori delle temperature minime:

[0] 6.9
[1] 7.3
[2] 6.7
[3] 7.4
[4] 7.2
[5] 7.7
[6] 8.7
[7] 8.0
[8] 7.6
[9] 7.1

Il primo valore si riferisce all’anno 2008 mentre quello inserito alla posizione [9] è il dato del 2017.

Disegniamo il grafico a barre

Disegnare un grafico a barre non è difficile: devo creare dei rettangoli della stessa larghezza e la cui altezza sia legata al dato che voglio rappresentare.

Creiamo una finestra di 500×500 pixel e, siccome i valori sono 10 divido, ciascun rettangolo avrà una larghezza pari a 50 pixel.

Utilizzo un ciclo for per leggere dall’array i singoli valori e li assegno direttamente all’altezza dei rettangoli

/*
 * Creiamo il nostro primo grafico a barre
 * Federico Pepe, 22.04.2018
 * http://blog.federicopepe.com/processing
 */

Table csv;

float tempMin[];

void setup() {
  // Dimensione della finestra
  size(500, 500);
  
  csv = loadTable("data.csv", "header");

  println("Numero righe: " + csv.getRowCount());
  println("Numero colonne: " + csv.getColumnCount());
  
  // Creazione dell'array
  tempMin = new float[0];
  // Inserimento dei dati nell'array
  for(int i = 1; i < csv.getColumnCount(); i++) {
    tempMin = append(tempMin, csv.getFloat(0, i));
  }
  printArray(tempMin);
  // Disegno il grafico
  for(int j = 0; j < tempMin.length; j++) {
    rect(j * 50, 0, 50, tempMin[j]);
  }
  
  noLoop();
}

void draw() {
}

La riga di codice più importante è: rect(j * 50, 0, 50, tempMin[j]);. Ricordo che la funzione rect() accetta quattro parametri: posizione x, posizione y, larghezza e altezza del rettangolo. Il codice, quindi, dovrebbe essere chiaro e non dovrebbe necessitare di ulteriori spiegazioni.

Grafico a barre in Processing

Il risultato, come possiamo vedere nell’immagine, non è, però, molto soddisfacente: i grafici a barre generalmente vengono disegnati dal basso verso l’alto e, in questo caso, il valore dell’altezza dei rettangoli è troppo basso per essere comprensibile.

È sufficiente modificare una sola riga di codice:

rect(j * 50, height, 50, tempMin[j] * - 20);

per ottenere un risultato completamente differente:

Bar Chart in Processing

Aggiungiamo un po’ di margine dai bordi della finestra e tra le varie barre del nostro grafico:

// Disegno il grafico
  int x = 50;
  for(int j = 0; j < tempMin.length; j++) {
    rect(x, height - 50, 36, tempMin[j] * - 20);
    x += 40;
  }

e un po’ di colore fill(100, 190, 255);

Visualizzazione di dati in Processing (grafico a barre)

Ecco il codice completo:

/*
 * Creiamo il nostro primo grafico a barre
 * Federico Pepe, 22.04.2018
 * http://blog.federicopepe.com/processing
 */

Table csv;

float tempMin[];

void setup() {
  // Dimensione della finestra
  size(500, 500);
  background(255);
  csv = loadTable("data.csv", "header");

  println("Numero righe: " + csv.getRowCount());
  println("Numero colonne: " + csv.getColumnCount());
  
  // Creazione dell'array
  tempMin = new float[0];
  // Inserimento dei dati nell'array
  for(int i = 1; i < csv.getColumnCount(); i++) {
    tempMin = append(tempMin, csv.getFloat(0, i));
  }
  printArray(tempMin);
  // Disegno il grafico
  int x = 50;
  fill(100, 190, 255);
  for(int j = 0; j < tempMin.length; j++) {
    rect(x, height - 50, 36, tempMin[j] * - 20);
    x += 40;
  }
  
  noLoop();
}

void draw() {
}

Per il momento possiamo fermarci qui. Per chi volesse spingersi un po’ oltre, un buon esercizio potrebbe essere, partendo dal codice qui sopra, aggiungere al grafico anche le temperature massime con dei rettangoli colorati di rosso.