Il mio Mac è lento, che fare?

Sottotitolo: una post scritto in modo che possa capirlo anche mia nonna.

Quasi ogni giorno qualcuno mi dice che il suo Mac è lento e mi chiede se è il caso di acquistare della RAM, sostituire l’hard disk con un disco SSD o, nei casi più estremi, se è necessario buttare via il computer e comprarne uno nuovo.

Partiamo dunque dalle basi oppure, per chi non ha voglia di leggersi tutto lo spiegone, si può andare direttamente al punto.

CPU (Central Processing Unit)

Mac Lento? CPU
Photo Credit: Stéfan

La CPU è considerata il cervello del computer e spiegare come funziona è piuttosto complesso dunque, per farla breve, diremo che è quel componente hardware che esegue l’elaborazione dei dati. È abbastanza intuitivo capire che più la CPU è potente (la frequenza di clock viene misurata in Hz), più dati potranno essere elaborati in minor tempo. A partire dal 2005 hanno cominciato a diffondersi le CPU dual core: si tratta di un unico componente hardware con due processori montati in parallelo. Ancora più recenti sono i computer che montano processori multi core (tre o più core). Sui Mac attualmente in vendita troviamo comunemente processori Intel i5 dual-core (MacBook Air, MacBook Pro 13″, iMac, Mac Mini), Intel i7 quad-core (MacBook Pro 15″, Mac Mini, Mac Pro) o Intel XEON 6-core (Mac Pro).

Attenzione: per sfruttare al meglio la potenza di calcolo disponibile su computer con processori dual o multi core le applicazioni devono essere ottimizzate. Al momento della loro introduzione sul mercato, i computer con processori dual core funzionavano peggio di quelli single core.

Cache, Turbo Boost, Hyper-Threading

Leggendo le specifiche tecniche dei processori, è molto probabile che vi imbattiate in termini come questi:

  • Cache: si tratta di una piccola memoria che il processore ha in cui può salvare le operazioni ripetitive per fare in modo di accedervi più velocemente.
  • Turbo Boost: è una peculiarità dei processori Intel che permette, quando lavorano in single-core o dual-core, di aumentare la frequenza di clock (over-clocking) del processore. Esempio: normalmente il processore di un MacBook Pro 15″ con display Retina lavorerebbe a 2.0 GHz ma il processore può arrivare a 3.2 GHz.
  • Hyper-Threading: è un’altra tecnologia presente sui processori Intel che fa credere al computer di avere più core rispetto a quelli realmente presenti nella CPU, aumentando le prestazioni del computer. Questo aiuta quando l’utente utilizza più applicazioni contemporaneamente o, ad esempio, quando navigando sul web, apriamo un sito con diversi contenuti multimediali che devono essere caricati contemporaneamente (immagini, video, audio, ecc…).

RAM (Random Access Memory)

Mac lento? RAM
Photo Credit: purplemattfish

In Italiano il termine memoria è fuorviante soprattutto quando viene usato erroneamente per indicare sia la memoria RAM che lo spazio disponibile sull’hard disk. Eppure il termine memoria è corretto perché di fatto sia sulla RAM che sull’Hard Disk vengono letti e scritti i dati. Qual è la differenza, dunque? Che la RAM è innanzitutto una memoria volatile ovvero che non conserva i dati al suo interno quando il computer viene spento; questo punto a sfavore è compensato, però, dalla velocità di lettura/scrittura dei dati.

Per fare un esempio: se aprite un programma di scrittura e create un nuovo file, quel documento vivrà nella RAM finché non lo salverete la prima volta e ogni modifica che apporterete sarà salvata sulla RAM fino al salvataggio successivo. Ecco perché se il computer si dovesse spegnere improvvisamente, rischiate di perdere parte dei dati su cui stavate lavorando.

Negli ultimi anni gli sviluppatori di software hanno studiato dei metodi come l’auto-save periodico o il versioning per ovviare a questo problema; ma questo è un discorso che merita un post a parte.

I Mac attualmente sul mercato vengono generalmente venduti con 4GB di RAM ma ne supportano almeno 16. Dal momento che esistono vari tipologie di memorie (DDR, DDR2, ecc…) io consiglio sempre di utilizzare siti come Crucial in cui, indicando il modello del nostro computer, ci vengono mostrati i modelli di RAM compatibili. Sul sito Apple, invece, trovate le istruzioni su come sostituire o montare la RAM acquistata in base al computer che possedete.

Attenzione: alcuni modelli di Mac di ultima generazione (MacBook Air, MacBook Pro con display Retina), per questione di design, hanno i componenti saldati assieme ed è quindi impossibile fare un upgrade della RAM.

Hard Disk

Mac Lento? HDD o SSD
Photo Credit: wwarby

L’hard disk (HDD) è l’altro tipo di memoria presente sul nostro computer su cui vengono salvati i nostri dati. Gli hard disk hanno due limiti fisici: la velocità di rotazione del disco (generalmente 5400 o 7200rpm) e la velocità del braccio che legge e scrive i dati. Tale limite non è stato un problema finché i computer non sono diventati così potenti da riuscire a fare più operazioni di quelli che fisicamente sono scrivibili su un disco che gira a una velocità definita; per questo motivo fino a pochi anni fa gli upgrade che si consigliavano sempre erano l’acquisto di RAM o la sostituzione del processore mentre, oggi, si consiglia di sostituire l’hard disk. Negli ultimi anni sono comparsi sul mercato i cosiddetti dischi SSD che, a differenza dei precedenti, si basano su memorie flash (per capirci, sono simili alle schede SD che usiamo nelle macchine fotografiche o alle chiavette USB) invece che su componenti fisici.

  • Vantaggi: gli SSD sono molto più veloci in fase di lettura/scrittura dei dati (tra i 200 e i 550MB/s invece che 50-120 MB/s), questo permette di avere un computer più performante sia in fase di accensione e spegnimento sia quando apriamo i programmi. Non avendo componenti fisici i dischi SSD sono più silenziosi e consumano meno elettricità e, inoltre, non hanno alcun problema di magnetismo.
  • Svantaggi: i dischi SSD sono più costosi (si parla di circa $0.50/GB rispetto a $0.15/GB dei dischi HDD), hanno ancora capienze limitate (è difficile trovare dischi SSD da 1TB) e hanno una vita più breve; hanno, cioè, un numero definito di dati che possono leggere/scrivere prima che diventino completamente inutilizzabili. Gli hard disk tradizionali, invece, sono utilizzabili finché non subiscono un danno “fisico”.

Il mio Mac è lento, che fare?

Prima o poi il computer nuovo che avete appena acquistato diventerà lento. Il ciclo di vita di un computer è generalmente di 4 o 5 anni ma con i dovuti accorgimenti e upgrade si può arrivare anche a 7 o 8 anni. Evitando di fare aggiornamenti continui il nostro computer può essere utilizzabile finché non si romperà qualche componente: non a caso ci sono dei computer degli anni ’80 ancora perfettamente funzionanti.

Le cause del rallentamento delle prestazioni di un computer possono essere molteplici: aggiornamenti software che richiedono più potenza rispetto ai precedenti e che, alla lunga, possono rallentare l’intero sistema oppure problemi legati all’hardware insufficiente rispetto al tipo di utilizzo che facciamo del nostro computer. Per fare un esempio: è impensabile fare dei montaggi video in HD 4K su un MacBook Air.

La prima cosa da fare è dunque capire se il problema di lentezza del nostro computer è dovuto a un problema hardware o software. Nel primo caso, le soluzioni possono essere fare un upgrade dei componenti (acquistare più RAM oppure sostituire il nostro HDD con un disco SSD) oppure sostituire la nostra macchina con una più moderna. Spesso dei piccoli investimenti fatti nel tempo ci aiutano ad allungare di 2 o 3 anni la vita del nostro Mac. Se cercate delle guide da seguire per la sostituzione dei componenti del vostro computer, vi suggerisco il sito IFixIt.

Nel caso sia un problema legato al software la mia prima domanda è: qual è stata l’ultima volta che hai formattato (per i meno esperti: formattare = cancellare tutto e ripartire da zero come se il computer fosse nuovo) il tuo computer? Io formatto il mio Mac almeno una volta all’anno reinstallando manualmente ogni applicazione e ricopiando da un hard disk esterno i dati che mi interessa tenere. Questo mi permette sia di avere un computer più performante (perché evito, ad esempio, di installare nuovamente software che non ho utilizzato negli ultimi mesi) sia di fare una cernita dei file essenziali e di quelli che, invece, non mi servono. Stessa cosa dicasi quando ci sono importanti aggiornamenti del sistema operativo: piuttosto che fare un upgrade dove, ovviamente, vengono mantenuti e aggiornati i vecchi file, preferisco ripartire da zero con un bel clean install.

Programmi come Mac Cleaner, App Zapper e simili per me sono da evitare come la peste. Non discuto sulla loro utilità per le persone meno esperte ma preferisco di gran lunga avere pieno controllo di quello che avviene sul mio computer e non mi piace che un programma valuti al posto mio quali sono i file utili e quelli inutili.

  • Marco Iaconelli

    Ciao Federico…
    Ti chiedo aiuto in quanto, dopo aver formattato il mio mac e averlo ripristinato da un backup fatto immediatamente prima della formattazione ho riscontrato due problemi per me abbastanza gravi ovvero, l’impossibilità di aprire iphoto e il fatto che, in itunes, sia gli acquisti nello store della musica che quelli acquisiti da supporti fisici non so riproducibili in quanto itunes stesso mi dice che non trova il file originale…
    In attesa di una Tua risposta, Ti ringrazio…

    • Ciao Marco, è sempre difficile fare assistenza “da remoto” non avendo il computer che dà problemi tra le mani ma prova a fare così:

      iPhoto non ti si apre e ti dà un qualche errore o semplicemente non parte? Prova a controllare sull’App Store se è la versione più recente o se c’è un aggiornamento disponibile (in tal caso, installalo), dopodiché controlla che nella cartella Utente > Immagini ci sia il file iPhoto Library. Se c’è prova a fare Ctrl+Click sul quel file, seleziona “Mostra contenuto pacchetto” e guarda se nella cartella “Originals” ci sono le tue foto (così sei sicuro di non aver perso i file). Ultima cosa: puoi far partire iPhoto tenendo premuto il tasto Alt; così facendo ti chiederà che libreria vuoi usare (o, eventualmente, ti dà la possibilità di crearne una nuova per poi importare nuovamente tutte le tue foto).

      Per iTunes devi provare a fare la stessa cosa ovvero verificare che nella libreria da cui sta “pescando” i file ci siano gli originali o no. La libreria di iTunes la trovi nella cartella Utente > Musica > iTunes > iTunes Media. In alternativa, aprendo il programma e cliccando iTunes Store, dopo aver fatto l’accesso puoi cliccare sulla voce “Acquistate” (lo trovi nel menù di destra) e scaricare nuovamente tutto ciò che hai già comprato senza pagarli nuovamente.

  • Marco Iaconelli

    GRAZIEEEEEE FEDERICO…!!! Perfetto, tutto risolto… Grazie ancora…!!!
    Scusa, ma se non disturbo troppo ne approfitto per un consiglio…
    Ho un Mac della serie inizio 2008, un paio di anni fa ho raddoppiato le RAM originarie a 4GB. La macchina è sempre andata perfettamente ma da qualche mese a questa parte è rallentata notevolmente… C’è qualche accorgimento che posso provare…???
    E nel caso volessi re-inizializzare la macchina da zero, senza ripartire da backup di time machine, i file che voglio tenere, tipo musica e foto, devo copiarli come file generici su l’hard disk esterno…???
    Grazie ancora…

    • Sono contento che tu sia riuscito a risolvere! Purtroppo le macchine prima o poi “invecchiano” e rallentano. È dovuto in gran parte alla nostra smania di voler installare sempre l’ultima versione dei software che utilizziamo (sistema operativo incluso) che, ovviamente, richiedono sempre più risorse. A parte quanto scritto nel post, non credo tu possa fare ulteriori upgrade. Se vuoi una macchina più scattante, puoi sempre decidere di fare un downgrade della macchina (sul mio vecchio MBP del 2007 ho rimesso Snow Leopard e va che è una meraviglia!).

      Per quanto riguarda il re-inizializzare la macchina da zero, sì, l’unico modo se non vuoi ripartire da un backup è copiare i file manualmente. È il metodo che uso anche io: si perde un po’ più di tempo ma in termini di prestazioni i risultati sono migliori.

  • Marco Iaconelli

    Quindi Tu ritieni i consigli che danno i siti cosiddetti “specializzati”, vedi buy different, secondo cui potrei espandere la ram a 6 gb (1×2 + 1×4) e sostituire il mio HD con un SSD non sono validi…???
    Comunque avevo pensato di tornare ad una versione meno recente di OS X… Ora credo di farlo…!!!

    • Quelli sono i consigli che ho dato anche io nel post quindi vanno bene ma, visto che la tua macchina è del 2008, fossi in te non investirei troppo in upgrade.

  • Marco Iaconelli

    Perché però se non scelgo ripristina da backup di Time machine ma reinstalla OS X mi fa installare per forza Yosemite…???

    • Per installare una versione precedente devi avere i dischi di installazione o le immagini disco.

  • cheritomo .

    ciao federico scusa il disturbo io ho un macbook pro(13pollici,fine 2011)e non saprei come formattarlo e dove trovare per farlo e renderlo come dicevi tu “come nuovo” saresti così gentile di aiutarmi visto che ho paura di combinare qualche danno ..grazie mille…

    • Ciao, che versione di OSX vuoi installare sul tuo portatile?

    • Ciao, prima di risponderti ho bisogno di chiederti una cosa: che versione di OSX vuoi installare?

    • cheritomo

      Ciao Federico bhe vorrei installare Yosemite ..grazie.

    • Per prima cosa devi, chiaramente, scaricare dall’App Store Yosemite e effettuare il backup di tutti i tuoi dati.

      Dopodiché hai due possibilità:

      1) se hai un altro mac a disposizione, puoi collegare i due computer con un cavo firewire o thunderbolt. Quello che deve essere formattato lo accendi tenendo premuto il tasto “T” così partirà in modalità “disco esterno”. Con Utility Disco dal secondo Mac potrai formattare tranquillamente il primo e poi, facendo partire Yosemite sempre dal secondo computer, selezionare come disco di destinazione quello che hai formattato.

      2) con una chiavetta USB da almeno 8 GB crei un disco di avvio di Yosemite seguendo le istruzioni riportate a questo indirizzo: https://support.apple.com/it-it/HT5856

      Una volta fatto, inserisci la chiavetta usb nel portatile da formattare, lo avvii premendo il tasto option (⌥) all’avvio e selezionando la partizione di Recovery. Una volta entrato, avrai la possibilità di aprire Utility Disco e formattare l’hard disk del tuo computer. Riavvii di nuovo e, sempre premendo option all’avvio selezioni la chiavetta USB. Quando ti chiederà dove vuoi installare il sistema operativo, selezioni l’hard disk formattato.

      Spero di essere stato chiaro… forse dovrei fare un post con la spiegazione dettagliata e un po’ di screenshot :)

    • cheritomo

      Grazie grazie mille Federico e grazie per questa bella spiegazione sei stato già cosi di molto aiuto !…god bless you .

  • flu

    ciao federico, ho un macbook air e da due gg va lento, nn carica le pagine in maniera corretta e sto facendo una fatica perfino scriverti adesso. Ho scaricato dr. cleaner ma nn è cambiato niente. E’ibileabb poss

    • Ciao, purtroppo non potendo mettere le mani sul tuo Mac è difficile capire dove potrebbe essere il problema. Escluderei a priori la possibilità che tu abbia preso un virus guardando serie TV in streaming: le pagine che compaiono dicendo che il tuo Mac è infetto sono solo pubblicità.

      Se il problema è relativo solo alle pagine internet: hai provato a usare un altro browser per escludere la possibilità che sia Safari o la tua connession a internet ad avere problemi?

      La formattazione non è un processo difficile ma richiede una certa attenzione per evitare problemi. Visto che non sei la prima che me lo chiede, stavo giusto pensando di scrivere un post a riguardo.

    • flu

      ciao, grazie di avermi risposto. Allora, penso di aver sistemato… mi sono accorta che ogni volta che aprivo una pagina su safari o navigavo mi comparivano le pubblicità di macshop e penso che mi abbiano in qualche modo sovraccaricato tutto il sistema. Leggendo poi su internet sono riuscito a bloccarlo e adesso va molto meglio. Cmq, se avrò’ altri problemi nel futuro nn esiterò’ a chiedere il tuo aiuto. Grazie
      p.s. una giuda semplice su come formattare sarebbe perfetto!

  • jekjek

    Ciao Federico, ho un Macbook pro retina acquistato a novembre, da un po di giorni noto che il computer si è rallentato nello svolgere azioni come il multitasking, passare da una scrivania all’altra o aprire la toolbar, navigo in internet e magari scarico applicazioni senza troppa attenzione ma quale potrebbe essere una soluzione ?

    Ciao Grazie mille

    • Ciao! Sicuramente se hai molte applicazioni installate, potrebbero esserci dei processi in background che “succhiano” risorse al computer senza che tu te ne accorga. Il primo passo potrebbe sicuramente essere fare un po’ di pulizia sul computer per eliminare quelle app e quei documenti che non usi. Seconda cosa (non so se può essere il tuo caso), siccome ci sono molte persone che lasciano il computer sempre acceso, è buona abitudine spegnerlo quando non lo so usa invece che lasciarlo in sleep mode. Quando si avvia da spento, il computer riapre solo le cose necessarie ed è più performante. Spero che questo ti aiuti a risolvere il problema :)

  • Gianni

    Ciao Federico, condivido a pieno il tuo articolo. Personalmente confermo che molto spesso la sostituzione del vecchio hard disk con un SSD migliora notevolmente le prestazioni di un Mac. Certo non è un operazione a portata di tutti (rif. iFixit), per questo mi permetto di segnalarti questo sito: https://www.facebook.com/BoostYourMac

    • Ciao Gianni, la sostituzione del vecchio hard disk con un SSD è sicuramente la mossa che dà i risultati migliori (non per niente, continuo a consigliarlo a tutti). È vero che non è un’operazione semplicissima e alla portata di tutti ma con un po’ di attenzione e seguendo la guida giusta si riesce a farlo senza problemi :)

  • Enry Paniceri

    ciao federico, ho un macbook air versione 10.8.5 con 1,86GHz intel core di processore e di memoria 2GB vorrei sostituire la memori o aumentarla a 8 per motivi lavoratici e in secondo piano aggiornarlo alla nuova versione… come faccio?

    • Ciao Enry, purtroppo i MacBook Air non hanno la possibilità di cambiare la RAM. Per ridurre al massimo le dimensioni del computer, alcuni componenti sono stati saldati direttamente sulla scheda madre e, quindi, non sono sostituibili.

  • Matteo

    Ciao Federico, volevo farti questa domanda, si può cambiare il processore (dal4core al 6core) su un Mac Pro 4.1?

    • Ciao Matteo, su questo sito puoi trovare una spiegazione (in inglese) relativa all’upgrade del processore per quel modello specifico di Mac: http://fdri.co/1ktz7Td

      Pare sia fattibile ma non sia così semplice… in particolare ti segnalo quanto è scritto alla fine dell’articolo: Ultimately, it is quite possible for one to upgrade the stock processors in the “Early 2009” Mac Pro models with faster ones available at the time the system was new or even more modern processors by taking advantage of firmware hacks.

      However, due to the fact that Apple uses different processors than those commonly available for resale, even a skilled hardware hacker should proceed with caution. This is most definitely not an upgrade for those with limited hardware hacking experience.

    • Matteo

      Grazie mille, sul 5.1 invece dovrebbe essere un’operazione più semplice giusto? Grazie ancora

    • Si, su un 5.1 sembra sia più semplice anche se bisogna essere sicuri di fare l’upgrade giusto. Sullo stesso sito di prima c’è la guida: http://fdri.co/1Vrthir

    • Matteo

      Grazie ;)

  • Scully1310

    io ho un macbook fine 2009 che già ho portato a 8 di memoria è possibile portarlo a 16?

    • Ciao! Prova a controllare sul sito http://www.crucial.eu in base al tuo modello che upgrade ti offre. Credo, però, non sia possibile portarlo a 16GB.

    • Scully1310

      Infatti la fornitura di memorie arriva solo fino a 8 giga. Grazie