Lavorare con i dati

Nel mondo digitale tutto è un insieme di dati: che si tratti di un testo, una foto oppure un video, stiamo parlando di una sequenza di 1 e 0 che chiamiamo comunemente file.

Con questo post inauguro una nuovo capitolo su questo blog in cui scopriremo insieme come utilizzare Processing per lavorare con file e dati.

Quale potrebbe essere il vantaggio di utilizzare un linguaggio di programmazione per questo genere di attività? Perché non possiamo utilizzare strumenti per grafici o designer come Photoshop o Illustrator? La risposta è semplice: uno dei vantaggi dei computer rispetto alla mente umana è che sono in grado di processare velocemente numeri ed eseguire operazioni ripetitive e complesse molto velocemente.

La vista di un file di Excel pieno di righe e colonne può scatenare il panico nelle persone sane di mente ma per un software non servono altro che due cicli for per accedere al contenuto di ciascuna cella. Quello che impareremo a fare sarà, poi, assegnare quel contenuto a una (o più) variabili e il gioco è fatto.

Pensiamo alle visualizzazioni di dati che negli ultimi anni sono diventate onnipresenti su siti web, riviste e quotidiani. Il loro successo è dovuto al fatto che, grazie a un linguaggio di tipo visuale, rendono più accessibile il contenuto della storia, anche quando include una grande mole di dati. A differenza della carta stampata realizzando un’infografica con Processing si apre un ventaglio di possibilità: possiamo renderla interattiva, in 3D, può essere su uno schermo oppure proiettata su una parete.

Tipi di dato

Quali saranno i tipi di dati su cui lavoreremo? Abbiamo già avuto modo di parlare di immagini e pixel (tema che approfondiremo), ma in questa sezione ci concentreremo su:

  • File di testo (.txt)
  • Tabelle di dati di Excel (.csv, .tsv)
  • Pagine web (.html)
  • Feed (.xml)
  • API (.json)

Iscriviti alla newsletter Creative Coding

Questa newsletter è dedicata esclusivamente alla programmazione.
Se vuoi ricevere tutti gli articoli del blog, allora iscriviti qui.