Hai un minuto di tempo da dedicarmi? Ti chiedo di compilare questo questionario per darmi una mano a costruire il futuro del blog. Grazie! :)

Modificare le immagini: tint(), filter()

Proseguiamo l’approfondimento su Processing e immagini. Nell’era di Instagram siamo abituati a cambiare l’aspetto delle nostre foto prima di condividerle con gli altri. Le funzioni tint()filter() – già incluse all’interno del linguaggio – ci consentono di alterare le immagini a nostro piacimento.

La funzione tint()

Questa funzione consente di alterare il colore generale delle foto. L’effetto non è permanente tanto che invocando la funzione noTint() è possibile ritornare all’originale.

I parametri accettati vanno da uno a quattro come specificato nel reference. Prendendo quest’immagine di partenza –chi non ama i gatti? – facciamo qualche esempio:

Immagine di partenza, presa da Pixabay (CC)

Passiamo alla funzione un solo parametro per applicare un filtro “grigio”:

Passiamo a tint() tre parametri: tint(255, 255, 50);. È possibile usare tre valori RGB che HSB in base alla funzione colorMode() precedentemente impostata.

Processing use tint()

Se avete un background in web design, sappiate che Processing accetta anche valori esadecimali tint(#FF55EE);

Processing tint hexadecimal

È possibile anche sfruttare il parametro della trasparenza alpha.

tint(#FF55EE, 70);
image(immagine, 0, 0);
tint(255, 255, 50, 50);
image(immagine, 0, 0);

Questo codice darà il seguente risultato:

Processing tint e trasparenza

Aggiungere un filtro con la funzione filter()

Oltre alla funzione tint(), Processing ha al suo interno la funzione filter() che, come i comuni programmi di grafica come Adobe Photoshop o GIMP, permette di applicare dei filtri alle foto.

I parametri sono otto e devono essere sempre indicati in maiuscolo: THRESHOLD, GRAY, INVERT, POSTERIZE, BLUR, OPAQUE, ERODE e DILATE. Alcuni di essi accettano un secondo parametro mentre altri no.

Mentre la funzione tint() doveva essere dichiarata prima di mostrare l’immagine, la funzione filter() è inserita successivamente, come indicato nel seguente esempio:

THRESHOLD

Converte i pixel di un’immagine in bianco o nero in base alla soglia impostata che può assumere un valore compreso tra 0 e 1. Se non viene indicato, il valore di default è 0.5.

BLUR

Applica un filtro di sfocatura gaussiana. Il secondo parametro indica il raggio della sfocatura.

POSTERIZE

Limita ciascun canale dell’immagine al numero di colori passati come parametro. I valori accettati vanno da 2 a 255.

GRAY

Converte i colori dell’immagine nel loro valore corrispondente in scala di grigi.

OPAQUE

Imposta il canale trasparenza (alpha) opaco.

INVERT

Inverte il valore di ciascun pixel.

ERODE e DILATE

Il primo riduce le aree illuminate mentre il secondo le aumenta.

Le funzioni che abbiamo visto oggi sono solo l’inizio; prossimamente vedremo come creare i nostri filtri personalizzati andando a lavorare sui singoli pixel.