Hai un minuto di tempo da dedicarmi? Ti chiedo di compilare questo questionario per darmi una mano a costruire il futuro del blog. Grazie! :)

Trasformazioni: translate(), rotate(), scale()

Abbiamo già avuto modo all’inizio del percorso base di prendere esplorare il sistema di coordinate in Processing. Una cosa che non abbiamo affrontato in modo approfondito è che questo sistema non è statico. Esistono, infatti delle funzioni dette trasformazioni che ci permettono di modificare il nostro impianto di base. Tali funzioni sono translate(), rotate() e scale() che, come è chiaro dai loro nomi, ci permettono di traslare, ruotare e scalare le forme che rappresentiamo sullo schermo.

Perché usare le trasformazioni è utile? Semplicemente perché quando lavoriamo con geometria complesse è più semplice modificare una sola linea di codice per spostare una o più forme invece che ripensare nuovamente a tutte le coordinate. In poche parole, è un ottimo sistema per semplificarci la vita.

translate()

La funzione translate sposta il punto di origine della nostra forma; accetta due parametri: le coordinate x e y del nostro spostamento. Ovviamente quando chiamiamo questa funzione, lo spostamento viene applicato per tutte le forme che vengono disegnate dopo la funzione stessa.

Translate() in Processing

Ecco che pur utilizzando le stesse coordinate per i due rettangoli, il secondo si trova spostato di 50 pixel verso destra e 100 più in basso.

Un particolare di questa funziona è che, se ripetuta, è incrementale:

In questo secondo esempio il terzo rettangolo risulta spostato, rispetto al primo, di 100 pixel verso destra e 200 in basso.

Translate() in processing è una funzione additiva

Importante notare anche che pur essendo inserite all’interno di un ciclo draw(), a ogni loop l’intero sistema viene resettato.

rotate()

La funzione rotate() ruota il sistema di coordinate. Accetta un solo parametro, la quantità di rotazione che deve essere espresso in radianti. Le forme vengono sempre ruotate relativamente al punto di origine (0, 0) della finestra e non relativamente al punto di riferimento della forma. Se il parametro di rotazione è positivo, il movimento sarà in senso orario.

Esempio di rotazione di 45 gradi convertiti nel valore in radianti.

Trasformazioni: rotate()

scale()

La funzione scale() modifica il sistema di coordinate ingrandendo o rimpicciolendo le forme. Questa funzione accetta uno o due parametri: nel primo caso verrà applicato quel valore a tutte le dimensioni mentre, nel secondo, il primo scalerà l’asse x e il secondo l’y.

Per far funzionare la funzione scale() correttamente i valori devono essere espressi in percentuale usando i numeri decimali: scrivendo 2 otterremo un incremento del 200%, scrivendo 0.5 la forma sarà rimpicciolita del 50%.

Utilizzo di scale() in Processing